Prendendo spunto da questa citazione di Lorenzo Licalzi, effettuiamo una piccola riflessione sul concetto di “assertività“.

L’assertività (o anche affermazione di sé), è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni e opinioni senza tuttavia offendere né aggredire l’interlocutore.

Naturalmente, il concetto di assertività non può prescindere dai principi fondamentali della consapevolezza generale ed emotiva individuale, dell’altro e del contesto in cui mi trovo.

Secondo gli psicologi statunitensi Alberti ed Emmons, l’assertività si definisce come «un comportamento che permette a una persona di agire nel suo pieno interesse, di difendere il suo punto di vista senza ansia esagerata, di esprimere con sincerità e disinvoltura i propri sentimenti e di difendere i suoi diritti senza ignorare quelli altrui». (Fonte: Wikipedia)

ESSERE ASSERTIVI SIGNIFICA: 

-     Abbandonare la posizione di VITTIMA

-     Essere autonomi nelle scelte e nel pensiero

-    Stabilire e FAR RISPETTARE i propri CONFINI

-     Saper dire di NO

-     Saper identificare i propri Bisogni, i propri obiettivi e RAGGIUNGERLI

-     ESPRIMERE ciò che SENTIAMO e PENSIAMO, ASCOLTANDO L’ALTRO

-     Affermare se stessi ed i propri DIRITTI

-     Saper fare delle richieste

-    SAPER COMUNICARE in modo EFFICACE

Questa è solo una piccola ma importante riflessione sul nostro schema comportamentale rispetto al nostro modo di vivere/subire noi stessi, gli altri e, talvolta, la vita stessa.

La consapevolezza di noi stessi e delle nostre emozioni, unito al senso di responsabilità/potere personale, che si trova esattamente al centro nella linea che va dall’accettazione passiva alla reazione impulsiva della rabbia, è uno dei pilastri fondamentali sui quali sviluppare e cementare una buona Autostima ed una buona capacità di essere in equilibrio emotivo, esistenziale e relazionale.

Provate a soffermarvi sull’elenco “essere assertivi significa..” ed osservate su quanti e quali punti riconoscete delle difficoltà. Provate a chiedervi cosa potreste fare per modificare qualcosa nel vostro comportamento/atteggiamento e sperimentatevi!

Un abbraccio. Patrizia 

(Patrizia Gelli: Counsellor della Gestalt Psicosociale; Esperto nella comunicazione e nella gestione delle risorse umane; Insegnante di Yoga e Meditazione (metodo Satyananda)  )